info@stonescafe.it    059 773612 • 059 765373
Stones Cafè c/o Piscina di Vignola - via del Portello 1 - Vignola (Mo)
23 & beyond the infinte

23 & beyond the infinte  :: biografia

Il 23 maggio 2012 quattro ragazzi della provincia di Benevento decidono di intraprendere un tortuoso viaggio per attraversare l’infinito. Il loro personale infinito. “Titolo”:  23 AND BEYOND THE INFINITE. Nelle valigie soltanto le forti ispirazioni del post-punk e del primo shoegaze. Dopo il primo anno di “cammino”, travagliato e confuso, caratterizzato da continui cambi di direzione, a settembre del 2013 il progetto acquista stabilità e concretezza con l’ingresso di nuove figure nella band e la decisa virata delle sonorità verso l’universo psichedelico. A febbraio del 2014 esce ““DUMBO GETS DRUNK”, un EP di quattro tracce, dove nelle ispirazioni psichedeliche confluiscono soggettivi concetti di noise e di sperimentazione. I’EP ha l’intenzione di essere un introduzione a quello che sarà il primo album full-lenght della band. A dicembre del 2014 infatti, esce “FACES FROM THE ANCIENT GALLERY”. Dicono di questo album : da Rockit, “Un viaggio che dura per tutto il disco, dove le canzoni sono solo delle accelerazioni o decelerazioni e mai delle tappe o delle fermate”. Da Sons of marketing “La ricerca continua del movimento in prospettiva di sofisticazione e manipolazione del suono: questa risulta la chiave vincente della band campana”. Da Rock of ages “In questo Faces From The Ancient Gallery percorrono un viaggio a ritroso da sonorità più moderne andando via via più indietro a riscoprire suoni, riff e assoli molto anni ’60”. Successivamente a luglio 2015 tornano in studio per le registrazioni di “LOATH! INSANE MIND. FESTIVAL”, nuovo lavoro di sette brani, uscito a marzo del 2016 in collaborazione con “Mia Cameretta records”, “Teen Sound records” e “Edwood records”: da Rockit, “Alla base del progetto c’è sicuramente la spazialità cosmica, vale a dire quella (mal)sana abitudine di dilatare ritmi, sovra incidendo motivi di chitarra riverberati all’inverosimile e costringendo chi ascolta a restare presente a se stesso, vista la propensione al trip mentale degli arrangiamenti”.  Ad oggi la band ha accumulato l’esperienza di quasi duecento concerti tra italia ed estero, durante i quali ha avuto l’onore di dividere il palco con artisti di rilievo nel panorama underground italiano ed internazionale, quali: The Telescopes, The Underground Youth, Vibravoid, Go!Zilla, The Myrrors, New Candys, e di esibirsi in alcune importanti manifestazioni della corrente (neo) psichedelica, tra le quali spiccano: lo PSYKA FEST di Karlsruhe e lo PSYCH OUT di Torino.

More Albums From: 23 & beyond the infinte

Goodmorning MamaMama’s Chores