info@stonescafe.it    059 773612 • 059 765373
Stones Cafè c/o Piscina di Vignola - via del Portello 1 - Vignola (Mo)
Beppe Fornaroli

Beppe Fornaroli  :: biografia

Beppe Fornaroli (chitarra), nato a Milano nel 1954, autodidatta, comincia a suonare la chitarra a 12 anni e scopre quasi subito il Brasile attraverso la musica di Luiz Bonfá, João Gilberto e Baden Powell. A 18 anni comincia la carriera professionale esibendosi da solo e saltuariamente in gruppo. Nell’ 1981 conosce Barbara Casini e Giuseppe “Naco” Buonaccorso e fonda il trio “Outro Lado” esibendosi con loro in vari locali d’Europa, Africa e Brasile. Nel 90′ esce il disco Outro Lado registrato per metá a Rio de Janeiro e per metá a Milano. In questo periodo partecipa ai cd di Luigi Buonafede, Attilio Zanchi, Danilo Amerio e Vinicio Capossela e partecipa alla tournee di Teresa de Sio “Ombre Rosse”. Durante 12 anni di viaggi in lungo e in largo per il Brasile compie ricerche “etnomusicali sul posto” approfondendo sempre di più la conoscenza e la coscienza dell’immensa ricchezza musicale di questo paese. Nel 94′ fonda il “Trio Mafuá” con i brasiliani Mariajosé alla voce e Marquinho Baboo alle percussioni e registra con loro il cd “Tanta Saudade”. Partecipa ai cd “Todo o amor di Barbara Casini e “Naco” di Giuseppe “Naco” Buonaccorso. Nel 97′ si trasferisce a São Paulo, lí suona col Trio Mafuá per tre anni come gruppo fisso nel celebre locale “Tom Brasil” e ha la possibilitá di incontrare e suonare con il meglio della “musica popular brasileira”. Partecipa alla registrazione dei cds di Mariajosé e di Wilma Araujo arrangiando e suonando 4 brani nel primo e 5 nel secondo, suona con l’orchestra fissa del popolare programma TV “Qual é a musica”, si dedica all’insegnamento e accompagna i cantanti Celia, Veronica Sabino, Fernando Brant. Progetti in corso: un trio sempre con Barbara Casini e il chitarrista Sandro Gibellini sul “Mondo di Chico Buarque”. il trio “Meta-choro” con Camilla Uboldi e Marquinho Baboo, dedicato, naturalmente, allo choro.

Goodmorning MamaMama’s Chores