info@stonescafe.it    059 773612 • 059 765373
Stones Cafè c/o Piscina di Vignola - via del Portello 1 - Vignola (Mo)
Malkuth

Malkuth  :: biografia

Malkuth significa regno, il piano della realtà in cui viviamo sulla terra, quel mondo sempre cangiante in cui ridiamo, piangiamo, distruggiamo e ricostruiamo, diamo forma alla nostra vita, improvvisando o reagendo. Molte cosmogonie raccontano di una vibrazione primordiale da cui tutto è scaturito. Noi, come i pianeti, gravitiamo intorno al nostro asse ed interagiamo con altri, con il sole come centro, fonte di vita e cuore dell’organismo. Tutto interagisce con importanza ed effetto. Tutto è consciamente o inconsciamente sostanza e scambio. Ne risultano infinite possibilità. Questo aspira ad essere la musica dei Malkuth. Formatosi nel 2012 in Friuli Venezia Giulia, il quintetto lavora per sviluppare un linguaggio personale in cui cellule compositive danno vita a improvvisazioni collettive, che a loro volta possono generare altre forme musicali, senza mai seguire un percorso prestabilito. Il suono e la musica dei Malkuth nascono attraverso un processo naturale basato sull’ascolto e il dialogo tra cinque musicisti che hanno ben metabolizzato il linguaggio e la pratica del Jazz proveniente dalla grande stagione degli anni sessanta. La forma dei brani si concretizza in modo aperto e graduale in un percorso che dal silenzio procede intelligentemente verso i centri ritmici, armonici e melodici. Un itinerario che si sviluppa secondo una dinamica prettamente collettiva. La voce dei singoli strumenti è calda, mai eccessivamente aspra o cinica e sempre incline alla narrazione e alla condivisione del senso della storia. A novembre 2015 esce per Rudi Records l’album d’esordio, Malkuth. Mirko Cisilino, tromba; Filippo Orefice, sax tenore; Filippo Vignato, trombone; Mattia Magatelli, contrabbasso; Alessandro Mansutti, batteria.

GOODMORNING MAMAMama’s Chores