info@stonescafe.it    059 773612 • 059 765373
Stones Cafè c/o Piscina di Vignola - via del Portello 1 - Vignola (Mo)
Massimo De Stephanis

Massimo De Stephanis  :: biografia

Contrabbassista, compositore, arrangiatore, è nato a Napoli nel 1968.

Diplomatosi in Contrabbasso presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro sotto la guida del M° B.Tommaso, ha compiuto studi jazzistici a Siena con Furio Di Castri (Corsi di Perfezionamento Musicale 1989/’90, ’90/’91, ’91/’92) e durante i Seminari Senesi di Musica Jazz (1988, ’89, ’90).

Ha studiato Composizione con Bruno Tommaso e Giancarlo Gazzani, collaborando dal 1992 al ’95 all’ OGIJ – Orchestra Giovanile Italiana di Jazz in veste di Arrangiatore – Compositore.

Laureatosi in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’Università di Bologna, ha conseguito il Diploma di I livello al Corso Sperimentale di Musica Jazz, Musiche improvvisate e del nostro tempo presso il Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna e sta per conseguire il Diploma Accademico di II livello in Musica Jazz al Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria.

Ha partecipato alle edizioni 1995 e 1996 del Concorso Internazionale di Composizione e Arrangiamento “Barga Jazz”, qualificandosi rispettivamente 1° ex-aequo (Sez.A – Arrangiamenti) e 2° (Sez.B – Composizioni Originali).

Sue composizioni ed arrangiamenti sono nel repertorio di big bands, orchestre e formazioni cameristiche.

In campo jazzistico svolge attività concertistica alla testa di un Quartetto a proprio nome, e come sideman con vari musicisti, fra i quali Mariano Di Nunzio (cd “Barracina”, LeCarrozze Rec. 2001), Rino Adamo (cd “Nebedoti”, LeCarrozze Rec. 2001; Rassegna del Jazz Italiano, Siena 2001), Teo Ciavarella (cd “L’amore è cieco”, Alma Entertainment 2004), Dams Jazz Orchestra (Festival Umbria Jazz 2004; cd “Jazz live for life”, ANT 2004; cd “Wonderland”, Alma Entertainment, 2005), Angelo Adamo (cd “FilmCiechi”, NLM 2006), Marea (cd “Fiore notturno”, 2008) etc.

Si interessa anche a tutte le forme musicali afroamericane e/o “di confine”: in particolare, dal 1994 suona Tango classico e contemporaneo con TangoCreación (cd in prossima uscita), TocaTango, Latinorum (cd “Tribute to Astor”, Musicisti Associati Prod., 1998), con Quejas De Bandoneón (cd “Quejas De Bandoneón”, VerdeLuna 1999;”2″, VerdeLuna 2001; “tango3”, PrandiSound 2003; tournées in Germania, USA, Svizzera, Turchia), con il Trio Lunfardo (cd “Tangos”, VerdeLuna 2000), e ha collaborato con le formazioni del pianista argentino Hugo Aisemberg.

Attualmente collabora in ambito popolare e rinascimentale con l’Ensemble Salon de Musique e con il gruppo klezmer Vladah.

Attivo anche in ambito eurocolto, in veste di solista ha curato la prima esecuzione assoluta di “Frammenti”, per contrabbasso e nastro magnetico, di P.M.Morgante (Sala Bossi del Conservatorio “G.B.Martini”, Bologna, 1995).

Da sempre coinvolto in progetti scenici, oltre ad aver accompagnato per anni i recital della poetessa Paola Goretti, ha preso parte tra l’altro agli spettacoli :

“Mexico City Blues” di Marco Cavicchioli su testi di Jack Kerouac (1992);

“Milonga de San Telmo” del gruppo AmorTango (1997/’98);

“Con este Tango” con E.Moreno e C.Codega (1999);

“Buenos Aires Tango”,VolterraTeatro.00 (2000);

“AcquaBologna” di Marcela Serli (2002);

“Non dimenticar le mie parole”, Oblivion (2006)

Ha tenuto la direzione musicale di “Boris giocava alla vita” su testi di Boris Vian (Teatro dell’Argine, 1999).

Ha composto le musiche di scena per “Sogno di una notte di mezza estate” di W.Shakespeare (Ozzano Teatro Ensemble, 2001).

Dal 2007 collabora con Teatro Espressione Nuova per le parti musicali delle loro produzioni.

Attivo da anni nella didattica, fra le sue esperienze ha insegnato Laboratorio Orchestrale presso l’Ass. “Il paese degli Specchi” di S.Lazzaro (Bo), ha tenuto corsi di strumento a tutti i livelli e cicli di avvicinamento alla musica per bambini e adulti.

Ha curato i cicli “Omaggio alla Musica nell’ anno mozartiano”, “Le espressioni del tempo”, “Le arie e i giorni” (Vigorso, Bo, 1991/’92), tenendo le conversazioni sulla parte musicale.

Goodmorning MamaMama’s Chores