Caricamento Eventi

Tra i suoi modelli John Lee Hooker e R.L. Burnside, musicisti ruvidi, scurissimi, creatori di un sound ipnotico e intriso del fango delle acque limacciose del Mississippi. Haynes si è guadagnato un seguito fedelissimo a Londra e la stampa parla di lui come “the next big thing” del blues anglosassone. Suona da solo o con The Fever, una formazione aperta con cui ha girato l’Europa, soprattutto Olanda, Austria, Belgio, Svizzera e anche Italia spingendosi fino a Mosca. Con lui sul palco: Alessandro Diaferio al basso e Pablo Leoni alla batteria.